fbpx

L’ uomo, anelito all’infinito. Tra archeologia religiosa e storia dal Paleolitico all’avvento del Cristianesimo

di Elena Olivari, Daniele Cogoni

Editore: Cittadella
Collana: Studi e ricerche. Sez. storica
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 19 febbraio 2020
Pagine: 310 p.
EAN: 9788830817227

Attraversando le vie misteriose della storia e della preistoria, gli autori cercano di reperire tracce significative del desiderio umano dell’Assoluto. Scandagliando le fonti storiche e archeologiche che parlano di religiosità, e cercando di non separare mai questi due ambiti, si tenta di verificare con i dati dell’archeologia quanto attestato dalla scrittura e con la scrittura quanto attestato dai dati dell’archeologia. Così, prendendo le mosse dai primi segni evidenti di religiosità, gli Autori procedono lungo il percorso del tempo, individuando di volta in volta i più salienti sviluppi di quell’innato senso dell’Assoluto che conduce l’umanità a confrontarsi, fin dal Paleolitico, con le domande più profonde della vita, sino ad elaborare vere e proprie forme di religiosità tendenti ad una spiegazione del Divino in attesa della Sua piena manifestazione. Al culmine di questo percorso risalta la considerazione dell’approdo dell’umanità alle religioni monoteistiche e in particolare all’accoglimento dell’inaudita rivelazione Ebraico-Cristiana, l’unica che parla di Incarnazione di Dio e di Risurrezione. «… Riassumo così la bellezza del testo: “il dopo morte è il caso serio del vivere”, che inquieta e libera allo stesso tempo» (dalla Prefazione del cardinale Edoardo Menichelli).