Il tacchino di Bertrand Russell e l’Intelligenza Artificiale

di Nunziante Mastrolia

Chi ha letto il mio articolo di qualche giorno fa sa che fine ha fatto il tacchino induttivista di Bertrand Russell: sulla base delle prove storiche acquisite (ogni mattina un umano gli portava da mangiare alle nove) era passato dal particolare all’universale e aveva per inferenza predetto che avrebbe mangiato ogni mattina alle nove in punto, per sempre. Finchè non venne il Natale e invece di mangiare, fu mangiato.

Credo che siamo tutti d’accordo che il tacchino si sia comportato da stupido. Non sapeva che per quanti cigni bianchi tu possa osservare, non puoi mai asserire che tutti i cigni sono bianchi. Ci sarà sempre un cigno nero che spunta all’improvviso. Il metodo induttivo dunque non funziona…

X