Storia dell’Italia fascista. 1922-1943

Lo scorso 7 dicembre Stroncature ha ospitato la presentazione dell’ultimo libro di Paolo Nello, “Storia dell’Italia fascista. 1922-1943” (Il Mulino, 2020). Con l’autore hanno dialogato Giuseppe Parlato, Lorenzo Benadusi. Ha moderato Armando Pepe.

Dalla marcia su Roma al 25 luglio 1943, il volume ripercorre in un racconto puntuale e aggiornato i tratti salienti della vicenda ventennale del regime fascista e ne esamina le forme d’impatto sulla società italiana. Dopo un capitolo introduttivo sul primo dopoguerra, il fascismo delle origini e la marcia su Roma, sono analizzati l’instaurarsi e il consolidarsi della dittatura negli anni venti; i caratteri via via assunti negli anni trenta da un regime teso al totalitarismo; la natura, i limiti, il declino del consenso degli italiani; il mito dell’«uomo nuovo» e i disegni di fascistizzazione integrale della gioventù e non solo; i rapporti con la Santa sede; l’evolversi della politica estera dagli esordi di governo alle guerre d’Etiopia e di Spagna; l’Asse con Hitler e la politica razziale e antisemita; l’intervento nel secondo conflitto mondiale, le sconfitte militari e il collasso del regime certificato nella seduta del Gran consiglio del 24-25 luglio 1943. 

Paolo Nello, nato a Pisa nel 1953, il professor Paolo Nello si è laureato con lode in Lettere all’Università di Pisa nel 1975. Dopo una borsa biennale post-laurea e il servizio militare, dal 1978 al 1981 è stato borsista ricercatore dell’Istituto Universitario Europeo di Fiesole, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia e Civiltà. Dal 1981 al 1984 è stato assegnista della Fondazione Luigi Einaudi di Torino. Ricercatore di ruolo dal 1984 alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Ateneo pisano, dal 2001 è professore ordinario di Storia contemporanea presso la stessa Facoltà, in seguito divenuta Dipartimento. A partire dall’anno accademico 2011/2012 è stato più volte Direttore del master di primo livello in Management turisticoalberghiero. Dall’aprile 2009 al settembre 2012 è stato Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e sociali. Cessate le Facoltà, dal settembre 2012 all’ottobre 2016 è stato Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche.

Nel corso degli anni il professor Nello ha insegnato Storia contemporanea, Storia dei Movimenti e dei Partiti politici, Storia dei Rapporti fra Stato e Chiesa, Storia contemporanea del Regno Unito e dell’Irlanda, Storia dell’Emigrazione italiana. Ha tenuto a più riprese corsi e seminari di Storia contemporanea italiana ed europea in programmi universitari e college statunitensi. Ha inoltre svolto lezioni o seminari alla Scuola Superiore Sant’Anna, all’Istituto di Cultura Italiana di Praga su iniziativa dell’Università “Carlo IV”, all’Institute of Social Sciences dell’Università di Lisbona. Ha fatto parte di commissioni di dottorato o perfezionamento, oltreché dell’Ateneo pisano, della Scuola Normale Superiore, della Scuola Superiore Sant’Anna, delle Università di Firenze, di Salerno e del Molise, dell’Università di Oslo. Membro del comitato scientifico di varie riviste e collane di ricerca, il professor Paolo Nello ha studiato in particolare il fascismo, così come il nazionalismo, la destra italiana nel secondo dopoguerra, il movimento cattolico fra Ottocento e Novecento.

È autore di numerosi saggi e monografie su Giuseppe Toniolo e il cattolicesimo sociale, Enrico Corradini e l’Associazione Nazionalista Italiana, le origini e l’avvento al potere del fascismo la natura e la funzione dei GUF nel regime, i giovani e il mito dell’”Uomo nuovo” durante il Ventennio, la politica estera di Mussolini, le relazioni anglo-italiane fra le due guerre mondiali, la figura di Dino Grandi, il 25 luglio, l’8 settembre e la Guerra di Liberazione, Trieste e la questione giuliana nel secondo dopoguerra, infine il Movimento Sociale Italiano. In occasione delle celebrazioni per il cinquantenario del ritorno di Trieste all’Italia, il professor Nello ha curato per Fratelli Alinari di Firenze la mostra fotografica “Trieste 1945-1954: un sogno tricolore”, inaugurata nel capoluogo giuliano dall’allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, il 3 novembre 2004.

Il professor Nello ha partecipato al progetto “Istria nel tempo”, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e promosso dall’Università Popolare di Trieste, dall’Unione Italiana di Fiume e dal Centro di ricerche storiche di Rovigno, con concorso di docenti universitari e studiosi italiani, sloveni, croati, nonché – per il materiale audiovisivo – di operatori della sede di Capodistria della Radio Televisione Slovena. Il progetto si è concluso nel 2006 con la pubblicazione di un Manuale di storia regionale dell’Istria con riferimenti alla città di Fiume. Il professor Nello è socio della Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO) e della Società Toscana per la Storia del Risorgimento. Dal 2017 è socio corrispondente della Classe di Scienze giuridiche, economiche e sociali dell’Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombaria” di Firenze.

X