Democrazia e ordine internazionale (5)

Nei giorni scorsi ci si è detto che esistono dei limiti strutturali nel modo in cui è costruito l’ordine internazionale. Limiti che sono all’origine del ritiro, gravido di conseguenze, degli Stati Uniti dall’Afghanistan. Il limiti principale è da individuarsi nel fatto che tutto il sistema internazionale poggia ormai su un solo perno, vale a dire un governo liberal-democratico che trae legittimazione dalla capacità di generare consento intorno alle proprie scelte politiche. Il punto è che le logiche che governano il consenso interno di una liberal democrazia sono diverse da quelle che governano il sistema internazionale e una cosa è mobilitare in consenso interno per dare la caccia a Bin Laden, cosa diversa è farlo per esportare lo stato di diritto e la democrazia a undicimila chilometri di distanza.

X