“Medioevo marinaro” di Antonio Musarra

Il prossimo 22 ottobre alle ore 16:00, Stroncature ospita la presentazione di “Medioevo Marinaro. Prendere il mare nell’Italia medievale” di Antonio Musarra (il Mulino, 2021). Con l’autore dialogano, Emiliano Beri e Fabio De Ninno. Per partecipare è necessario registrarsi. 

«Il mare restava un luogo sconosciuto, fucina di leggende, foriero di grandi paure: allegoria, metafora, contrassegno d’un Altrove irraggiungibile; un luogo capace d’incutere reverenza e timore.»

Nel Medioevo, il Mediterraneo era un mare malnoto e inquietante. Nondimeno, gli uomini ne costeggiavano le sponde e lo attraversavano in ogni direzione. Un mondo viveva su e per il mare. Ma come? Con la sua documentata narrazione, Antonio Musarra riporta in luce ogni aspetto di quel Medioevo marinaro: la rete diffusa dei porti e degli attracchi; i mestieri centrati sull’attività portuale, pesca compresa; i diversi tipi di naviglio; la formazione degli equipaggi in pace e in guerra; l’organizzazione della vita quotidiana a bordo; le tecniche di navigazione e gli strumenti per orientarsi; la legislazione marittima; le battaglie, la pirateria. Per concludere con una panoramica della conflittualità mediterranea, e un approfondimento sulle navigazioni esplorative compiute nell’Atlantico.

X