Cose cinesi…

Nel 1792 Giorgio III re d’Inghilterra organizzò una della più grandi missioni diplomatica per aprire la Cina, che si era chiusa al mondo a partire dagli anni Trenta del ‘400, ai commerci inglesi. Le cose andarono male e l’Imperatore Qianlong non concesse niente a Lord Macartney a capo della spedizione, anzi, scrisse l’Imperatore in una splendida lettera per il re inglese, che i cinesi non sapevano che farsene delle merci che gli avevano portato gli occidentali, loro, la più alta espressione del genere umano, si curavano soltanto delle più alte arti del governo.

Gli inglesi ci riprovarono con le buone una seconda nel 1812 ma questa volta Lord Amherst nemmeno venne ricevuto dall’imperatore…