Il suicidio delle autocrazie

In questi giorni stiamo assistendo al crollo di quella che si riteneva una grande potenza. Mosca sta mostrando tutte le sue debolezze e non solo militari, tecniche, organizzative di cui si diceva ieri. C’è dell’altro, forse di più profondo, vale a dire l’incapacità della sua leadership di capire la modernità, di comprendere quali sono le fonti della potenza e della ricchezza nel XXI secolo: non la conquista e la sottomissione, ma la conoscenza e la libertà. Eppure la Russia potrebbe non essere sola, anche Pechino potrebbe unirsi a questa caduta dei giganti.

Continua a leggere


spot_img
X