Il più grande nemico del popolo russo

È sempre più evidente che le cose per Putin, al di là della retorica ufficiale, non stanno andando come aveva previsto. È possibile che tutto il calcolo strategico del Cremlino partisse da un assunto di base, e cioè che l’Occidente fosse in declino. Dal che ne sarebbe derivato che gli americani erano stanchi di combattere e che le ragioni mercantilistiche degli europei avrebbero prevalso sulle ragioni del diritto internazionale. In sintesi, l’idea era che il mondo intero, come era già successo nel 2014, si sarebbe voltato dall’altra parte. Questo non è successo e le conseguenze impreviste si stanno moltiplicando, una in particolare potrebbe essere molto dolorosa per il Cremlino…

Continua a leggere

spot_img
X