“Partigiane liberali” di Rossella Pace

Il prossimo 3 febbraio alle ore 18:00, Stroncature ospita la presentazione di “Partigiane liberali. Organizzazione, cultura, guerra e azione civile” di Rossella Pace (Rubbettino 2020). Con l’autrice dialogano Giampiero Buonomo e Eugenio Capozzi. Per partecipare è necessario registrarsi. 

Esiste una faccia ancora in gran parte nascosta della Resistenza italiana: quella costituita dalle donne appartenenti alle grandi famiglie dell’aristocrazia liberale. Colte, raffinate, ma anche dotate di notevoli capacità organizzative, cresciute in salotti aperti ed anticonformisti prima e durante il ventennio fascista, dal 1943 esse furono animatrici di varie reti logistiche alla base della guerra partigiana. Il volume ricostruisce le vicende di alcune di loro, che svolsero ruoli rilevanti nell’organizzazione Franchi di Edgardo Sogno, come in altri nuclei resistenziali attivi in Italia settentrionale. Donne che, in gran parte, nel dopoguerra tornarono alla vita privata, nella generale crisi delle vecchie élites davanti all’avanzata dei partiti di massa.

X